Come creare la luce giusta per il bagno

Un ambiente solitamente più piccolo delle alte stanze, ma in cui non dobbiamo certo sottovalutare gli elementi d’arredo: parliamo del bagno.

Questo spazio, come le altre stanze, ha bisogno di un buon bilanciamento per ottenere la luce giusta. Un compromesso sicuramente non semplice da ottenere, ma necessario per evitare che questa stanza sia avvertita come “troppo piccola” a causa proprio degli errori di illuminazione.

Vediamo quali sono i consigli per creare la luce ideale che vanno dallo scegliere la giusta lampadina al collocare la tendina più adatta alle finestre.

Posiziona più luci

Una delle prime regole per una luce perfetta nel nostro bagno è quella di evitare una fonte unica di luce. Anche nei bagni più piccoli, infatti, l’ideale è affidarsi a più fonti di luce che operano simultaneamente con un effetto più diffuso e omogeneo.

Sicuramente la più importante è quella che viene dall’alto, ma importante è anche avere un buon livello di luce diffusa derivante dalla luci laterali, ad esempio quelle che circondano lo specchio o che si pongono al di sopra di esso.

Evita le luci troppo calde

Un errore molto comune è quello di scegliere per il nostro bagno una luce artificiale eccessivamente calda, ossia tendente ai toni del giallo. Si tratta di una scelta un po’ vecchia, spesso adottata nei bagni delle case degli anni ’60-’70.

L’ideale è, invece, scegliere una luce media sia per la luce che viene dall’alto (ad esempio quella del lampadario centrale) sia per quelle laterali. Un suggerimento è quello di evitare il neon che, essendo di norma eccessivamente freddo, può creare un ambiente poco accogliente e apparentemente più piccolo.

Preferisci le luci soffuse

Utilizzare lampadine troppo forti (ossia con lumen eccessivamente alto) può essere, in realtà, controproducente.

Quando la luce è troppo forte, in un ambiente non troppo ampio, il modo in cui questa si riflette su pareti e specchi può creare l’effetto inverso a quello sperato: l’ambiente ci appare più piccolo e la luminosità può risultare fastidiosa.

Scegli, quindi, luci soffuse e non troppo forti.

Scegli un colore adatto alle pareti

Se sei in fase di costruzione o ristrutturazione, approfittane per fare una giusta scelta strutturale per il tuo bagno.

Quando scegli le piastrelle, ricorda che i colori chiari o pastello aumentano il senso di spazio della stanza. Al contrario i colori scuri, soprattutto in ambienti già non molto grandi, possono ridurre la percezione dello spazio.

Un’altra importante scelta da fare è se le superfici devono essere lucide o opache. Ovviamente, quale lucide riflettono meglio la luce, ma anche quelle opache possono creare una luminosità diffusa diffondendola in modo più uniforme.

Segui lo stesso criterio anche nella scelta dei colori delle decorazioni.

Arreda con le giuste tende

Se il tuo bagno ha una finestra, sicuramente utilizzerai delle tendine filtranti per limitare la visibilità dall’esterno.

Per evitare che le tendine riducano anche parzialmente la luminosità che arriva dall’esterno, però, preferisci sempre quelle da colori molto chiari, semi-trasparenti e molto sottili.

Se il vetro della tua finestra è già un vetro opacizzato, puoi anche usare delle tendine completamente trasparenti o non usarle affatto.

Gianluca Grimaldi
Gianluca Grimaldi
Ha curiosità e passione per tutto quello che può fare di una casa "la propria casa". Crede fermamente che si può imparare a trasformare le quattro mura (che molti vivono come una costrizione) in un luogo perfetto per il proprio benessere: basta trovare "Il cielo in una stanza" come canta Gino Paoli o almeno provarci!